Errori 404: quando e come correggerli

  • 23 Aprile 2018
Home » News Web Design e Seo » Errori 404: quando e come correggerli
Si parla di:

Gli errori 404 non piacciono a nessuno: non piacciono a Google, che comincia a farsi un’idea negativa su un sito web) e non piacciono agli utenti, che non trovano i contenuti che stavano cercando. Come consulente SEO ho scritto un articolo sull’importanza di correggere gli errori 404. In questo articolo vorrei fare un distinguo ovvero quando andare a correggere (o meno) gli errori 404 e come andarli a correggere a seconda di quale sia il loro ammontare.

Quando correggere gli errori:

  • quando gli errori 404 causano un crollo delle visite, dei tempi di permanenza sul sito ed un’impennata nella frequenza di rimbalzo

  • quando la Search Consolle ci segnala un aumento significativo delle pagine non trovate

  • quando una pagina che veniva linkata da risorse importanti ha cambiato indirizzo e non potete chiedere a tutti coloro che vi hanno linkato, di correggere il link che puntava al vostro sito

  • quando una pagina estremamente ben posizionata (e che vi portava molto traffico) cambia indirizzo

Quando non correggere gli errori 404:

  • quando volete eliminare un contenuto e non volete che questo venga più indicizzato da Google

  • quando eliminate un contenuto e questo non è collegato a nessun altra pagina del sito (e pertanto non riesce ad essere “seguito” da Google).

Se quindi siete nella condizione di dover correggere gli errori 404, ecco come potete procedere a seconda dei casi.

Alcuni errori

Se gli errori sono pochi e siete un minimo “smanettoni”, piuttosto che installare un plugin preposto alla correzione degli errori 404 potete sempre intervenire sul file htaccess, attraverso questa semplice istruzione.

redirect 301 /vecchia-url/ http://www.miosito.it/nuova-url/

Molti errori

Se gli errori sono molti vi consiglio l’installazione di Simple 301 Redirect che vi consente di correggere gli errori a partire dalla pagina che genera errore e fornendo di seguito la nuova url verso la quale fare il reindirizzamento. Potete anche installare il plugin Simple 301 Redirects – Addon – Bulk CSV Uploader che vi consente attraverso la compilazione di un apposito file .csv di far correggere al sistema più errori contemporaneamente in modalità bulk.

Moltissimi errori

Se gli errori sono veramente molti, nell’ordine delle centinaia, potete installare il plugin 301 to 404, un plugin di WordPress che trasforma gli errori 404 in redirect permanenti 301. Questo plugin in pochi click vi fa risparmiare una caterva di tempo. Per contro vi potrebbe esporre a rischi connessi a pratiche di negative SEO. Qualora su un sito fossero generati centinaia di links a pagine non esistenti sul vostro sito, il vostro server dovrebbe generare centinaia di inutili redirect, aumentando il suo carico di lavoro.

Laura Musig SEO UdineLaura Musig

Web Designer e SEO Freelance a Udine o se preferite web designer SEO. Nel 2001 decisi di sezionare un sito web per vedere cosa c’era dentro, da allora creo e gestisco siti web. Lettrice onnivora, con un fisiologico bisogno di scrivere e di ballare.

Come diventare SEO:


Corso SEO

Ho inoltre raccolto le risorse più utili di questo blog per aiutare chi sta cercando di capire come si diventa SEO Specialist:

SEOZoom

Blog SEO e ultime news

In questa sezione propongo periodicamente approfondimenti a tema SEO e web marketing. Segnalo anche gli ultimi lavori di creazione siti web ad Udine e di posizionamento sui motori di ricerca. 

Perchè non leggi anche questi post?

Leggi tutti i post dal mio blog seo