Status Code: quali sono e cosa indicano i codici di stato Http

  • 28 Gennaio 2019
Home » News Web Design e Seo » Status Code: quali sono e cosa indicano i codici di stato Http
Si parla di:

status-code-http

Come avrete capito il 2019 sarà un anno in cui questo blog SEO ospiterà sopratutto post tecnici rispetto alla tematica del posizionamento sui motori di ricerca. Oggi parliamo degli status code o codici di stato http.

Il codice di stato è una risposta del server ed rappresentata da un numero intero a 3 cifre in cui la prima cifra dello status code definisce la classe di risposta mentre le ultime due cifre non hanno alcun ruolo di categorizzazione.

I codici di stato Http ci forniscono numerose informazioni sullo stato di salute di un sito web e sono parte integrante dell’attività di SEO Audit svolta da un consulente SEO.

È bene prendere confidenza con i codici di status, poiché ci entrerete in contatto attraverso numerosi strumenti SEO gratuiti e non: SeoZoom, Screaming Frog e Google Search Console solo per elencarne alcuni.

Qui di seguito gli status più importanti ed utili agli scopi SEO.

Codici di stato Http generici

Cominciamo con gli status generici restituiti da un sito web.

1xx: Informativo – Significa che la richiesta è stata ricevuta e il processo continua.

2xx: Successo – Significa che l’azione è stata ricevuta, capita e accettata con successo.

3xx: Reindirizzamento – Significa che devono essere intraprese ulteriori azioni per completare la richiesta.

4xx: Errore del client – Significa che la richiesta contiene sintassi errata o non può essere soddisfatta.

5xx: Errore del server – Significa che il server non è riuscito a soddisfare una richiesta apparentemente valida. La richiesta della pagina non è stata completata. Ed il server ha riscontrato una condizione inaspettata. Quando ci imbattiamo in un codice 500 o più comunemente in un errore 500, le cause possono essere svariate. Qui di seguito ne riporto alcune:

  • sovraccarico del server
  • errori di configurazione
  • errori nel codice
  • problemi con i permessi sulle cartelle.

Ora andiamo più nello specifico per capire gli status che più degli altri interessano i consulenti SEO.

Status code specifici

Codice 200. Successful. Una pagina richiesta che restituisce lo status 200 è una pagina ok e non presenta problemi.

Codice 301. Permanent redirect. Il reindirizzamento 301 viene visualizzato quando la risorsa richiesta viene riassegnata. Ciò accade quando un sito è migrato o le pagine sono state spostate, gli URL sono stati rinominati o il contenuto è stato consolidato. In genere un segnale di reindirizzamento permanente ai motori di ricerca per portare tutte le informazioni relative al ranking di una pagina dal vecchio URL al nuovo URL. Se per reindirizzare una pagina ad un altro url foste tentati di utilizzare l’html ed in particolare il tag <meta> sappiate che questo non è consigliabile a livello SEO soprattutto perchè non “passa” il valore apportato dai links in entrata.

Codice 302 Rediderection. Il reindirizzamento 302 si verifica quando il server trova risorsa richiesta, ma la pagina esiste in una posizione diversa. Le richieste continuano a utilizzare la posizione della risorsa originale. Un reindirizzamento 302 dice tradizionalmente a Google che la tua pagina è stata temporaneamente spostata in una nuova posizione. Tradizionalmente, la SEO tecnica ritiene che i reindirizzamenti temporanei non portino le informazioni di classificazione della vecchia urle alla nuova come farebbe uno status 301 (reindirizzamento permanente). Sebbene ciò sia tecnicamente corretto, Google, nel tempo, tende a considerare un reindirizzamento temporaneo come permanente, inclusi tutti i suoi benefici. Si dibatte molto non a caso se usare i 301 o i 302.

Codice 404. Page not found. È l’errore relativo ad una pagina non trovata, ovvero non esiste più una pagina all’url considerato. A differenza degli errori 500 che vanno risolti, nel caso di pagine non trovate è preferibile parlare di correzione degli errori 404.

Codice 500. Internal server error. Di solito si presenta a causa di un errore PHP o per una non corretta configurazione del file htaccess. È un errore che se dura troppo tempo può avere ripercussioni sul posizionamento.

Codice 503. Service Unavailable. Il server non ha potuto completare la richiesta ma il problema è temporaneo. Se l’errore 503 è temporaneo non ci sono ripercussioni a livello SEO, se invece il problema perdura il motore di ricerca potrebbe togliere dal suo indice la url sulla quale si presenta l’errore 503.

Laura Musig SEO UdineLaura Musig

Web Designer e SEO Freelance a Udine o se preferite web designer SEO. Nel 2001 decisi di sezionare un sito web per vedere cosa c’era dentro, da allora creo e gestisco siti web. Lettrice onnivora, con un fisiologico bisogno di scrivere e di ballare.

Come diventare SEO:


Corso SEO

Ho inoltre raccolto le risorse più utili di questo blog per aiutare chi sta cercando di capire come si diventa SEO Specialist:

SEOZoom

Blog SEO e ultime news

In questa sezione propongo periodicamente approfondimenti a tema SEO e web marketing. Segnalo anche gli ultimi lavori di creazione siti web ad Udine e di posizionamento sui motori di ricerca. 

Perchè non leggi anche questi post?

Leggi tutti i post dal mio blog seo