SEO e realizzazione siti web Udine a misura di PMI

menu x
menu x

3 considerazioni SEO per il 2021

  • 4 Gennaio 2021
Laura Musig Siti web Udine » Blog SEO » 3 considerazioni SEO per il 2021
Si parla di:
    considerazioni-SEO

    Il 2020 ha visto molte novità e rivoluzioni SEO il core update di dicembre 2020 o la temporanea rimozione della richiesta di indicizzazione su Search Console (ora ripristinata). Qui di seguito 3 considerazioni SEO a cui pensare durante il 2021.

    Il search intent e la domanda sono fluide

    È importante sapere che il search intent e la domanda sono fluide e molto di più di quanto abbiamo pensato fino ad ora. Comprendere l’intento del ricercatore è una parte fondamentale di una strategia SEO di successo in quanto è necessario avere una comprensione fondamentale dell’intento posto dietro una query di ricerca per creare una pagina che soddisfi tale intento. Se la tua pagina è la migliore corrispondenza per l’intento, Google facilmente le attribuirà un buon ranking all’interno della SERP (anche se rendere la tua pagina la migliore corrispondenza può essere molto complicato). Ma cosa succede quando una pandemia globale cambia l’intento di ricerca di una query? Bene, o ti adatti o perdi il tuo ranking. Ad esempio negli Stati Uniti hanno rilevato come le query “Alcolisti anonimi” e “Incontri per alcolisti anonimi” abbiano iniziato a mostrare risultati inerenti ad incontri virtuali per alcolisti e risorse online.

    Ciò dimostra la rapidità con cui Google può “correggere il tiro” dei propri risultati in base alle intenzioni delle persone in quarantena che necessitavano di supporto per il recupero virtuale, anche senza includere “virtuale” o “online” nella query di ricerca.

    E i cambiamenti nell’intento dell’utente non sono l’unico modo in cui il comportamento del ricercatore può cambiare. Esiste anche la possibilità che il volume di ricerca e l’interesse per una determinata query possano esplodere o scomparire quasi dall’oggi al domani. Ancora una volta, abbiamo visto esplodere il numero di ricerche di determinate query, molto “familiari” durante il lockdown per esempio.

    L’andamento della ricerca “lievito madre” negli ultimi 5 anni.

    lievito-madre

    Oppure

    disinfettante-mani

    Disinfettante mani

    Augurandoci che un’altra pandemia come COVID-19 abbia probabilità di ripresentarsi molto rare (si spera), questi grafici illustrano quanto possa essere importante diversificare le proprie parole chiave. O

    Questo è un forte indizio che dovresti diversificare la tua intera strategia di marketing, piuttosto che mettere tutte le tue uova nel “paniere di Google”. Questi grafici sottolineano anche l’importanza della flessibilità e della capacità di capitalizzare le opportunità o di correggere il tiro quando l’opportunità si trova altrove.

    Quindi, come proteggersi dallo “spostamento” dell’intento di ricerca o da un massiccio calo del volume di ricerca? Anche se non puoi controllare il comportamento del ricercatore, puoi monitorarlo e adattarlo di conseguenza. Per identificare potenziali cambiamenti nell’intento del ricercatore, tieni d’occhio le SERP di destinazione e come stanno cambiando. Se vedi sempre più pagine che iniziano a classificarsi con un intento diverso rispetto alla tua pagina, è probabile che Google stia testando le SERP in base ad un intento diverso: potresti dover eventualmente cambiare la tua pagina onde rischiare di perdere il posizionamento.

    Per monitorare l’interesse di ricerca, puoi scegliere tra una varietà di strumenti che misurano il volume di ricerca mensile, come SEMrush, Moz o Ahrefs. Google Trends ti darà un’idea direzionale di dove si sta indirizzando anche l’interesse di ricerca.

    Nel 2021 non dovresti mai dormire sugli allori. Essere flessibili e avere la capacità di adattarsi è fondamentale per fare successo online.

    Le imprese locali e i consulenti SEO Local devono essere flessibili

    L’essere in grado di adattarsi rapidamente quest’anno è stato un mantra soprattutto per quanto riguarda le ricerche local.

    Uno dei settori più colpiti durante questa pandemia è quello delle imprese locali. Blocchi e restrizioni sociali hanno costretto molti di questi imprenditori a diventare creativi e trovare nuovi modi per rimanere in contatto con la loro clientela, come il delivery, il take away o le consulenza online. Tuttavia, per molte aziende, semplicemente far sapere ai propri clienti di essere aperti o meno può fare un’enorme differenza.

    Google in questo periodo ha dato il suo contributo fornendo varie nuove opzioni all’interno di Google My Business per consentire alle aziende locali di comunicare con i propri clienti.

    Alcune delle funzionalità GMB

    • Un attributo LGBTQ-friendly.
    • Pulsanti di chiamata nei pannelli informativi locali.
    • Un attributo delle ore di apertura online.
    • Un attributo di appuntamenti online.

    Se desideri rimanere aggiornato su tutti i nuovi attributi che sono stati e continuano ad essere aggiunti a GMB, ti consiglio vivamente di consultare questa risorsa sul sito di Hawkins.

    Sebbene la maggior parte delle attività commerciali locali abbiano sedi fisiche, devono considerare la ricerca come un canale legittimo e necessario per la comunicazione con i clienti e la pandemia ha evidenziato questo fatto poiché le interruzioni hanno reso difficile servire i clienti nei loro spazi fisici.

    Le aziende più flessibili e i consulenti SEO local dovrebbero essere in grado di sfruttare le nuove opportunità della ricerca locale approfittando appieno degli strumenti forniti da Google e da altri motori di ricerca e, con l’aggiunta continua di nuove funzionalità, queste attività agili e professionisti SEO continueranno prosperare oltre la pandemia.

    La comunità SEO continua a diventare più forte

    Anche di fronte alle avversità del Covid, la comunità SEO rimarrà aperta, solidale e innovativa.

    Durante quest’anno ho visto molti professionisti SEO diventare ulteriormente innovativi ed avviare nuove iniziative di tipo “consulenziale” per aiutare le piccole aziende poco digitalizzate a superare questo periodo. Io dal canto mio spero di avere fatto la mia parte.

    Laura Musig SEO UdineLaura Musig

    Web Designer e SEO Freelance a Udine o se preferite web designer SEO. Nel 2001 decisi di sezionare un sito web per vedere cosa c’era dentro, da allora creo e gestisco siti web. Lettrice onnivora, con un fisiologico bisogno di scrivere e di ballare.

    Come diventare SEO:


    Corso SEO

    Ho inoltre raccolto le risorse più utili di questo blog per aiutare chi sta cercando di capire come si diventa SEO Specialist:

    SEOZoom Prova Siteground

    Blog SEO e ultime news

    In questa sezione propongo periodicamente approfondimenti a tema SEO e web marketing. Segnalo anche gli ultimi lavori di creazione siti web ad Udine e di posizionamento sui motori di ricerca. 

    Perchè non leggi anche questi post?

    Leggi tutti i post dal mio blog seo