SEO e realizzazione siti web Udine a misura di PMI

menu x
menu x

5 false credenze su Google My Business

  • 2 Agosto 2021
Laura Musig Siti web Udine » Blog SEO » 5 false credenze su Google My Business
Si parla di:
false-credenze-google-analytics

Google My Business è il principale e leader assoluto tra gli strumenti per la local search. Come tutti i tool destinati al web marketing troviamo tonnellate di informazioni e trucchi sul suo utilizzo anche se non sempre poi si rivelano attendibili. In questo rapido post estivo vedremo 5 false credenze su Google My Business

  • Le keyword nella descrizione sono un fattore di ranking. Non solo non lo sono, ma non lo sono mai state. Probabilmente se prima della local seo hai approcciato la SEO tradizionale, avrai pensato di creare una descrizione ricca di keyword. Il problema è che le keyword nella descrizione di GMB non hanno peso. Quello che dovresti fare è creare una descrizione altamente informativa e persuasiva, utilizzando solo le keyword che ha senso utilizzare ai fini comunicativi.
  • Includere keyword rilevanti nelle risposte alle recensioni dei vostri clienti. Rispondere alle recensioni degli utenti è sempre consigliato ma sforzarvi di includere delle keyword rilevanti nelle vostre repliche non vi porterà nessun beneficio. Al contrario le keyword inserire nelle reviews stesse sono estremamente desiderabili sia come fattori di ranking, sia per il fatto che vengono evidenziate da Google stesso nel local pack
  • Utilizzare un traking di chiamata sul vostro listing GMB è dannoso per la vostra SEO. Questo era vero all’inizio, quando la questione della “consistenza” delle citazioni NAP richiedeva che su tutti i vostri listing locali fosse presente lo stesso numero di telefono. Tuttavia Google si è evoluto, ed ora rileva il vostro numero locale anche quando questo risulta essere inserito come alternativa al traking di chiamata (inserito come numero aziendale principale).
  • Geotaggare le vostre immagini ne migliorerà il ranking. Test su test hanno verificato che il geotagging non porta alcun beneficio al posizionamento delle immagini.
  • Embeddare la mappa di Google Maps aiuta il ranking. Falso! Esistono numerosi motivi per embeddare sul vostro sito la mappa di Google Maps visualizzante la vostra azienda, ma fanno capo alle best practice della user experienze e non al ranking local. Probabilmente questo falso mito si è venuto a creare poiché, invece, embeddare numerose volte un video di Youtube su delle pagine web migliora il ranking del video stesso.

Laura Musig SEO UdineLaura Musig

Web Designer e SEO Freelance a Udine o se preferite web designer SEO. Nel 2001 decisi di sezionare un sito web per vedere cosa c’era dentro, da allora creo e gestisco siti web. Lettrice onnivora, con un fisiologico bisogno di scrivere e di ballare.

Come diventare SEO:


Corso SEO

Ho inoltre raccolto le risorse più utili di questo blog per aiutare chi sta cercando di capire come si diventa SEO Specialist:

SEOZoom

Blog SEO e ultime news

In questa sezione propongo periodicamente approfondimenti a tema SEO e web marketing. Segnalo anche gli ultimi lavori di creazione siti web ad Udine e di posizionamento sui motori di ricerca. 

Perchè non leggi anche questi post?

Leggi tutti i post dal mio blog seo