SEO e realizzazione siti web Udine a misura di PMI

menu x
menu x

Come prendere appunti: alcune risorse utili

  • 20 Dicembre 2019
Web Agency Udine » Blog SEO » Come prendere appunti: alcune risorse utili
Si parla di:
come-prendere-appunti

Personalmente sia quando partecipo ad un evento, ad un webinar o anche mentre leggo un libro SEO prendo sempre degli appunti. Qualche anno fa all’evento Linkami Web nacque una simpatica bagarre perchè qualcuno per sbaglio si intascò un mio blocknotes con degli appunti molti importanti. Dopo anni, ancora non so che fine abbiano fatto!

Dispositivi per prendere appunti

All’epoca mi sono mangiata le mani, perchè non avevo pensato a digitalizzarli perchè, a pensarci bene, si trattava di ricopiarli mano su computer, quindi un’attività tutt’altro che rapida.

Mi sono mangiata le mani ulteriormente quando su questo sito di tavolette grafiche (Disegnami.it) vende un dispositivo che è già nella mia wish list: il digitalizzatore di appunti e disegni.

Il Bamboo Slate A4 per esempio è uno smartpad pensato per digitalizzare appunti o disegni e memorizzarli subito ed in pochi click su tutti i vostri dispositivi. In altre parole posizioni un foglio sopra la tavoletta, scrivi su qualsiasi tipo di carta e connettendo il tuo quaderno digitale via Bluetooth ed in automatico sincronizzi tantissime pagine di appunti, schizzi disegni.

Programmi per prendere appunti

Per quanto riguarda i programmi per prendere appunti su computer (sia PC che Mac), qui sotto un elenco di applicativi piuttosto intuitivi, sia a gratis che a pagamento.

  • Evernote (Windows/Mac)
  • Wunderlist (Windows/Mac)
  • JustNoteIt (Windows)
  • CintaNotes (Windows)
  • PNotes (Windows)
  • Note (Mac)

Come organizzare gli appunti

Quanto invece al come per prendere appunti a livello organizzativo, non di rado gli appunti quando per esempio stiamo facendo una keyword research, possono venirsi a configurare come vere e proprie mappe mentali. Le mappe mentali possono essere utilizzate anche per “riorganizzare” appunti presi in forma consequenziale in modo più schematico, affinchè i concetti più importanti abbiano maggiore evidenza e saltino subito all’occhio. Per fare le mappe mentali vi consiglio il tool freemium Coggle anche se ce ne sono altri online molto validi.

Quaderni e blocknotes per prendere appunti

Non sono pochi quelli che evitano di prendere appunti su tablet o Ipad e preferiscono utilizzare la buona e vecchia carta e penna. Per l mappe mentali per esempio, siete appassionati dell’analogico invece un ampio foglio da disegno e delle matite colorate andranno benissimo.

Oppure ovviamente i comunissimi quaderni e blocknotes. Ma non pensate che sia un concetto così banale. Esistono per esempio i block notes impostati secondo il metodo Cornell.

Che cos’è il metodo Cornell

Si tratta di un metodo per prendere appunti elaborato negli anni ’50 dal professor Walter Pauk della Cornell University di New York. Si tratta di un metodo infinitamente più efficace del metodo tradizionale, ed il vantaggio è che è veramente semplice da usare (anche grazie agli appositi quaderni che puoi acquistare online). In altre parole devi dividere un foglio in 4 parti:

  • parte di destra: dove scrivere gli appunti veri e propri
  • parte di sinistra: per annotare le parole chiave relative agli appunti presi nella parte destra
  • banda inferiore: per riassumere in maniera concisa il contenuto della pagina ed annotare le domande di dettaglio
  • banda superiore: dove annotare dati anagrafi, data, materia e via dicendo.

Il metodo Cornell è un metodo efficace per prendere appunti in quanto fa leva su due concetti fondamentali:

  1. Ci obbliga durante una lezione/evento all’ascolto attivo reso ancora più efficace dal fatto di dover mettere per iscritto quello che stai ascoltando, chiudendo il circolo celebrale ascolto-rielaborazione-azione. In questo modo l’informazione viene memorizzata in maniera molto più stabile.
  2. Dopo aver preso appunti potete ripassare secondo tre livelli di dettaglio differenti: il riassunto, le parole chiave ed il totale degli appunti.

Laura Musig SEO UdineLaura Musig

Web Designer e SEO Freelance a Udine o se preferite web designer SEO. Nel 2001 decisi di sezionare un sito web per vedere cosa c’era dentro, da allora creo e gestisco siti web. Lettrice onnivora, con un fisiologico bisogno di scrivere e di ballare.

Come diventare SEO:


Corso SEO

Ho inoltre raccolto le risorse più utili di questo blog per aiutare chi sta cercando di capire come si diventa SEO Specialist:

SEOZoom

Blog SEO e ultime news

In questa sezione propongo periodicamente approfondimenti a tema SEO e web marketing. Segnalo anche gli ultimi lavori di creazione siti web ad Udine e di posizionamento sui motori di ricerca. 

Perchè non leggi anche questi post?

Leggi tutti i post dal mio blog seo