SEO e realizzazione siti web Udine a misura di PMI

menu x
menu x

Restyle sito web: alcuni ottimi motivi per pensarci

  • 3 Maggio 2021
Laura Musig Siti web Udine » Blog SEO » Restyle sito web: alcuni ottimi motivi per pensarci
Si parla di:
    restyle-sito-web

    Come la scorsa, anche questa settimana parliamo di web design. Tra i clienti che mi contattano alla ricerca di un web designer a Udine che possa prendersi in carico il restyle del proprio sito web, ci sono ditte che stanno pensando ad un rifacimento del sito guidato dalle svariate ragioni. Le ragioni però, non sono infondo poi così tante. Le ho raccolte in questo post.

    Il sito appare obsoleto

    È facile che un sito web diventi obsoleto di questi tempi. Basta guardare i report sulle tendenze del design di anno in anno. Niente rimane mai di tendenza per troppo tempo.

    Questo problema si aggrava quando nessuno presta attenzione al sito web, a causa della mancanza di conoscenza, del tempo insufficiente o per pura negligenza.

    I segnali allarmanti:

    • La frequenza di rimbalzo della home page è superiore al 95%, anche con la piccola quantità di traffico che riceve.
    • Il sito web è stato progettato più di due anni fa e da allora non è stato più toccato.
    • Al momento il sito non assomiglia a nient’altro sul web (e non in senso positivo).
    • Il sito non può essere navigato correttamente dai dispositivi mobili

    I visitatori fanno fatica a navigare il tuo sito

    Un sito web che sembra vecchio e non aggiornato è un problema. Ma lo è anche avere un sito web attraente che è troppo difficile da usare.

    Ci sono molti modi in cui i visitatori possono avere difficoltà a utilizzare un sito web:

    • la navigazione è disordinata e complicata;
    • lo user-journey è confuso e conduce a vicoli ciechi;
    • sono presenti troppe CTA;
    • il testo non è formattato per una facile leggibilità e così via.

    I segnali allarmanti:

    • Il tempo medio sulla pagina è molto breve (10 secondi o meno) o è troppo lungo e la frequenza di rimbalzo è elevata.
    • C’è una discreta quantità di traffico giornaliero, ma non vengono generati lead o conversioni.
    • Gli strumenti Flusso di Utenti e Flusso di comportamento di Google Analytics rivelano che la maggior parte dei visitatori non segue i percorsi utente che hai stabilito per loro.

    Suggerimenti per risolvere:

    • Dovrai utilizzare mappe di calore e registrazioni di sessione per vedere cosa sta succedendo in termini di attività sul tuo sito. Sarebbe anche utile sollecitare i visitatori per un feedback.
    • Una volta formulate alcune ipotesi sui problemi di usabilità, non è una cattiva idea riportarle alle basi e concentrarsi sulla riprogettazione tenendo presenti i principi del web design. Se l’interfaccia utente non utilizza una composizione, un bilanciamento e dei componenti validi e prevedibili, gli utenti avranno inevitabilmente difficoltà a capirlo.

    Il sito non è progettato per gli utenti giusti

    In alcuni casi, ciò accade quando un’azienda non ha chiaro cosa offrirà al momento del lancio del sito. Oppure, se in seguito scopre qual è la sua offerta più valida e sceglie di concentrarsi esclusivamente su di essa. Un solido questionario sul design del sito, ricerche di settore e sviluppo delle buyers personas di solito impediscono che ciò accada.

    Tuttavia, non tutti i web designer considerano nel loro lavoro ciò che potrebbe causare problemi nel tempo, facendo pensare un domani ad una riprogettazione del sito. 

    I segnali allarmanti:

    • Il sito web sta ricevendo un sacco di richieste, ma provengono da persone che l’azienda non può o non intendeva intercettare.
    • C’è un segmento dell’offerta o dello spazio pubblicitario del sito web che riceve una quantità enorme di traffico e attenzione, mentre il resto viene per lo più ignorato.
    • Le query nella barra di ricerca rivelano che le persone cercano qualcosa di completamente diverso da quello per cui sono venute qui.

    Suggerimenti per risolvere:

    In definitiva, dipende dal motivo per cui sta accadendo. Ad esempio, se il sito web è stato creato per un pubblico troppo ampio o le offerte sono state ridimensionate dalla società, la soluzione è rimuovere le pagine e i contenuti in eccesso e dare la priorità ai prodotti/servizi più popolare e redditizi del sito web. Quello che devi fare è ancora una volta, lavorare sulle buyers personas.

    Nel farlo puoi approfittare del vantaggio di avere tonnellate di dati dal sito web che ti dicono chi sono i visitatori e perché sono lì. Se non sono quelli che desideri, puoi correggere i profili dei tuoi utenti e quindi pianificare la riprogettazione di conseguenza.

    Ci sono molti errori e bug

    Non solo i siti web di scarsa qualità o realizzati a buon mercato ad essere pieni di bug o errori. Può accadere se un plugin di WordPress non è stato aggiornato o non è più supportato (qualcosa che potresti non notare a meno che qualcuno non te lo faccia notare). Può anche accadere, ad esempio se imposti un reindirizzamento della pagina, ma invece di spingere i visitatori alla pagina giusta, rimangono bloccati in un loop infinito di reindirizzamenti e alla fine non finiscono da nessuna parte.

    I segnali allarmante:

    • le pagine principali del sito web non hanno traffico. I tassi di coinvolgimento e conversione sono crollati e i moduli di contatto e di pagamento sembrano città fantasma.

    Suggerimenti per risolvere:

    • Verifica:
      • i problemi di sicurezza e privacy
      • le pagine che non caricano
      • i collegamenti interrotti
      • le immagini mancanti.

    Ci sono molti problemi tecnici che possono disincentivare i visitatori. Sebbene i visitatori possano certamente lasciare un feedback sul tuo sito quando incontrano un problema, non sono certo i bug che vuoi che scoprano. Il modo migliore per scoprire quali sono quelli di cui soffre il tuo sito web è eseguire un controllo del sito web. Dedica del tempo a rivedere ogni possibile angolo, testando ogni pulsante e modulo, guardando ogni video e così via. Solo così è possibile ridisegnare gli elementi e le pagine che ne hanno bisogno.

    Il sito non è responsive (non si vede bene da mobile)

    Se i tuo sito ha problemi di visualizzazione da mobile, o addirittura non è progettato per essere responsive stai certo che non riceverai traffico o richieste di preventivi/ingaggi.

    Fortunatamente questi problemi possono essere facilmente risolti con una piccola riprogettazione e pulizia.

    I segnali allarmanti:

    • il numero di visitatori sui dispositivi mobili è buono, ma la velocità del sito websui dispositivi mobili sono significativamente peggiori rispetto alla versione desktop.
    • Google Search Console (se disponi di un account) ha inviato al proprietario del sito web avvisi relativi a problemi di usabilità su dispositivi mobili.

    Suggerimenti per risolvere:

    Se Google Search Console rileva problemi di usabilità mobile, puoi avviare il controllo del tuo sito web da lì. Di solito, vedrai errori relativi a elementi troppo vicini o a contenuti tagliati. Sebbene Google possa trovare alcuni di questi problemi, niente è meglio che tu stesso effettui un audit. Quindi, se hai identificato la responsività del sito come un problema, prenditi il ​​tempo di spulciare ogni angolo per vedere se c’è qualcos’altro.

    Visitatori e clienti continuano a lamentarsi del sito

    Se offri alle persone una piattaforma per esprimere le loro lamentele, molti di loro la useranno. Quando si tratta di un sito web, ci sono molti luoghi in cui le persone potrebbero lasciare un feedback negativo relativo all’esperienza sul tuo sito web o segnalare i bug riscontrati:

    • Pagine di contatto e moduli
    • Widget con chat
    • Widget di feedback
    • I tuoi profili social
    • Recensioni di prodotti

    Una volta che si inizia a notare una tendenza in i reclami, è possibile formulare un piano per ridisegnare le funzionalità o correggere gli elementi problematici.

    I segnali allarmanti:

    • i tuoi canali di feedback tendono a segnalare gli stessi tipi di reclami sull’interfaccia utente del sito web o sulle sue funzionalità.

    Suggerimenti per risolvere:

    • poiché i visitatori e i clienti ti diranno esattamente cosa c’è che non va, non dovrai fare molte ricerche o scavare nei dati per interpretare ciò che sta accadendo. Questo è un elemento positivo. Ma solo perché le persone iniziano a segnalare un problema su un particolare elemento del tuo sito, ciò non significa che non dovresti guardare più in profondità. Ad esempio, se le persone si lamentano di un pop-up che appare dopo cinque secondi dalla lettura di un post sul blog, dovresti anche considerare se trovano i pop-up su altre pagine altrettanto invadenti. O se i pop-up e gli annunci nel loro insieme dovrebbero essere estesi a tutte le pagine o meni.
    • Sarebbe anche importante considerare cosa preferiscono invece. A meno che non stiano tutti dicendo: “Nessun pop-up! Più menu fissi! “, Dovrai soppesare le opzioni e cercare di trovare il miglior design o funzionalità per sostituire quello di cui i visitatori non sono contenti.

    Il reparto marketing e quello delle vendite spingono per un restyle del sito web

    I siti web non esistono solo per dare un volto digitale a un marchio. Possono anche essere strumenti di vendita e marketing molto potenti quando sono impostati nel modo corretto. E si tratta delle necessità in cui potresti imbatterti prima o poi. O il tuo cliente ha un sito web privo di funzionalità e strategia di marketing oppure desidera portarlo al livello più elevato.

    I segnali allarmanti:

    • il sito web non ha funzioni di marketing o vendita.
    • il sito web ha un blog, ma nessuno lo visita o ci dedica più di pochi secondi.
    • Il traffico organico, di riferimento e social al sito web è inesistente.

    Suggerimenti per risolvere:

    • la prima cosa da capire è quale tipo di strategia di marketing o di vendita manca:
      • SEO Content marketing (blogging) Integrazione dei social media
      • Iscrizione alla newsletter
      • Canalizzazioni di vendita
    • Anche se mancano tutte queste cose, dovresti concentrarti su una alla volta. La SEO è la più importante del gruppo, quindi dovrai iniziare da lì se non funziona come dovrebbe. Inoltre, non limitarti a considerare come aggiungere o migliorare le funzioni di vendita e marketing. Considera come la loro esistenza influenzerà cose come la struttura di navigazione e il contenuto della home page. Quindi, sì, probabilmente dovrai aggiungere nuove funzionalità al sito, ma dovrai anche regolare il resto del design per dare loro maggiore visibilità.

    Laura Musig SEO UdineLaura Musig

    Web Designer e SEO Freelance a Udine o se preferite web designer SEO. Nel 2001 decisi di sezionare un sito web per vedere cosa c’era dentro, da allora creo e gestisco siti web. Lettrice onnivora, con un fisiologico bisogno di scrivere e di ballare.

    Come diventare SEO:


    Corso SEO

    Ho inoltre raccolto le risorse più utili di questo blog per aiutare chi sta cercando di capire come si diventa SEO Specialist:

    SEOZoom Prova Siteground

    Blog SEO e ultime news

    In questa sezione propongo periodicamente approfondimenti a tema SEO e web marketing. Segnalo anche gli ultimi lavori di creazione siti web ad Udine e di posizionamento sui motori di ricerca. 

    Perchè non leggi anche questi post?

    Leggi tutti i post dal mio blog seo