SEO e realizzazione siti web Udine a misura di PMI

menux
menux

Cosa scrivere in un blog quando hai poco tempo: articoli veloci da scrivere in 1-2 ore

  • 3 Giugno 2019
Web Agency Udine » Blog SEO » Cosa scrivere in un blog quando hai poco tempo: articoli veloci da scrivere in 1-2 ore
Si parla di:

cosa-scrivere-blog-poco-tempo

Il cosa scrivere un blog è un problema che più o meno chiunque abbia in gestione un blog aziendale o personale, si è trovato ad affrontare. Spero che i miei approfondimenti sul piano editoriale SEO e sul perchè avere un blog, vi siano stati utili su questo frangente. In questo post però, vorrei focalizzarmi su un aspetto spinoso: il tempo. Un articolo di qualità, un contenuto di valore che risponda al search intent dei miei utenti e piaccia ai motori di ricerca, non si scrive in pausa pranzo: ci vuole tempo, è necessario raccogliere le fonti, revisionare la forma affinchè il mio articolo sia scorrevole, chiaro, utile. Ma come fare quando vogliamo tenere aggiornato il nostro blog ma abbiamo poco tempo da dedicare alla scrittura? L’unica risposta è trovare una serie di articoli veloci da scrivere, in 1-2 ore al massimo.

Ho raccolto 5 tipi di post a cui faccio ricorso nelle periodi particolarmente oberati.

Pubblicare un’intervista.

Pubblicare un’intervista è la tipica soluzione win-win: voi avete un articolo di qualità e la persona che decidete di intervistare ci guadagna in visibilità. Vi farà guadagnare visite in due modi:

  • intercettando gli utenti che online cercano notizie su quella persona (tipicamente un professionista)
  • ottenendo i click dei followers di quel professionista quando quest’ultimo condividerà la vostra intervista sui suoi canali istituzionali.

Eviterei di predisporre interviste telefoniche o registrate, che vi obbligherebbero a “sbobbinare” come si dice in gergo. Conducendo un’intervista via email praticamente sarà l’intervistato a scrivere l’articolo. Certo, a voi rimane l’onere di documentarvi sul professionista e predisporre delle domande interessanti. Ma se vi abituate alla pratica delle interviste (come ho fatto io con le Interviste SEO), imparerete a scrivere un’intervista in massimo 1,5-2 ore. Ovviamente poi, a mettervi il bastone tra le ruote potrebbe esserci il tempo impiegato dal professionista a rispondervi, per questo motivo vi consiglio di scegliere bene chi intervistare al fine di evitare i professionisti particolarmente impegnati o sfuggenti.

Tradurre articoli

Ci sono una miriade di argomenti che in lingua italiana non vengono trattati o vengono trattati in modo molto poco approfondito. Se hai trovato un articolo su un argomento che in Italia non è stato trattato, traducilo. Ovviamente devi padroneggiare perfettamente la lingua straniera dell’articolo che intendi tradurre. E ricorda sempre di citare la fonte. Non cedere alla tentazione di tradurre per intero un articolo con Google Translate per poi copia-incollarlo sul tuo blog. Se vuoi trovare una strada ibrida, puoi tradurre con il traduttore automatico il testo e quindi andare a revisionarlo a mano, affinchè non risulti palesemente tradotto da un robot.

Le raccolte di risorse

Un po’ come nel caso precedente, attingete a contenuti redatti da altri. Questo tipo di post si presta molto bene a titoli come “Le 10 migliori guide per velocizzare WordPress” e più in generale ad articoli in forma di lista. Ovviamente non vi dovete limitare a proporre un elenco numerato di link esterni, ma sarebbe utile commentare ogni risorsa che avete deciso di inserire nella vostra raccolta di risorse. Questo darà credibilità all’articolo e ne aiuterà il posizionamento. Se siete di quelli che hanno il terrore dei link esterni, allora potere sempre dotarli di attributo nofollow o proporre una naked url.

Il meglio dell’anno

Come potete immaginare, un post dal titolo “Il meglio dell’anno…”, potete farlo solo una volta all’anno… a dicembre… magari se state pensando di godervi un po’ di riposo natalizio invece che scrivere post elaboratissimi per il vostro blog. Questo tipo di post, può essere concepito in due modi secondo me:

  • il meglio dell’anno rispetto ad una certa categoria di argomenti presenti nel vostro blog
  • il meglio “assoluto” dell’anno, ovvero quegli articoli che sono risultati più apprezzati per numero di views o qualità dell’engagment

Eccovi un esempio “#lunedìedificante the best of“.

Riproporre vecchi post

Lo so state un po’ barando, ma pensiamoci bene:

  1. Il pubblico su internet ha la memoria corta, anzi cortissima
  2. Il vostro post potrebbe comunque aver bisogno di rifarsi il look (vedasi un articolo sul perchè prevedere un piano di revisione contenuti)

Aggiornare ed ampliare un vecchio contenuto, soprattutto quando si tratta di un contenuto di qualità, è un eccellente modo per avere un contenuto fresco che nonostante il tempo che passa, risponde alle domande dei vostri utenti. Senza contare che una rinfrescata, potrebbe aiutare il vostro post a riguadagnare il terreno perso in serp in seguito all’arrivo di nuovi, e cattivissimi, competitors.

Laura Musig SEO UdineLaura Musig

Web Designer e SEO Freelance a Udine o se preferite web designer SEO. Nel 2001 decisi di sezionare un sito web per vedere cosa c’era dentro, da allora creo e gestisco siti web. Lettrice onnivora, con un fisiologico bisogno di scrivere e di ballare.

Come diventare SEO:


Corso SEO

Ho inoltre raccolto le risorse più utili di questo blog per aiutare chi sta cercando di capire come si diventa SEO Specialist:

SEOZoom

Blog SEO e ultime news

In questa sezione propongo periodicamente approfondimenti a tema SEO e web marketing. Segnalo anche gli ultimi lavori di creazione siti web ad Udine e di posizionamento sui motori di ricerca. 

Perchè non leggi anche questi post?

Leggi tutti i post dal mio blog seo