SEO e realizzazione siti web Udine a misura di PMI

menu x
menu x

Google Caffeine Update

  • 6 Gennaio 2020
Web Agency Udine » Blog SEO » Google Caffeine Update
Si parla di:
google-caffeine

Questo approfondimento profuma un po’ di “archeologia” SEO ma è comunque interessante per andare a traccia la storia dell’evoluzione degli algoritmi Google. Parliamo del Google Caffeine Update, un aggiornamento all’algoritmo di ricerca tra i più importanti rilasciati da big G.

L’annuncio ed il rilascio effettivo

Il 10 agosto 2009, Google ha annunciato Caffeine, che sarebbe diventato uno degli aggiornamenti più importanti nella storia del motore di ricerca. L’aggiornamento Caffeine è stato così massiccio che Google ne ha fornito per mesi un’anteprima agli sviluppatori. Vale a dire, l’aggiornamento aveva una portata tale che Google in realtà ha dato ai professionisti SEO e agli sviluppatori un accesso anticipato ad esso in modo da poter segnalare eventuali problemi riscontrabili. E l’8 giugno 2010, finalmente è stato in vigore.

Caratteristiche di Caffeine

Caffeine è stato un nuovo sistema di indicizzazione. Questo nuovo sistema ha permesso a Google di eseguire la scansione e archiviare i dati in modo molto più efficiente. Google, è stato in grado non solo di aumentare il suo indice, ma anche di ottenere risultati molto più freschi (più freschi del 50% dalle loro stime). Quindi come ha agito? Fondamentalmente nel loro vecchio sistema di indicizzazione, le pagine e i tipi di contenuto sono stati inseriti in una categoria in base ai requisiti di freschezza percepiti. Sono stati inviati diversi crawler, alcuni in cerca di modifiche e altri che reindicizzano le pagine modificate, il tutto in base alla classificazione del contenuto in questione. Se un sito rientrava in una nuova categoria, veniva sottoposto a scansione da diversi bot che avrebbero aggiunto rapidamente il contenuto all’indice, ed  il ​​loro contenuto veniva reindicizzato in due settimane. Naturalmente, questo crea uno scenario in cui nell’indice possono mancare contenuti importanti e nuovi a causa della classificazione del sito. Con Caffeine, Google ha acquisito la capacità di scansionare, raccogliere dati e aggiungerli al loro indice in pochi secondi, il che significa che erano disponibili informazioni molto più recenti su una vasta gamma di siti. Inoltre, è stato creato con una comprensione della crescita futura e del modo in cui il cambiamento di dispositivi e tipi di media può influire sulle risorse necessarie.

Perché Google ha rilasciato Caffeine

Caffeine non era un aggiornamento dell’algoritmo; infatti, non è stato un tentativo da parte di Google di influenzare il ranking. No, Caffeine è stata una ricostruzione completa del loro sistema di indicizzazione. Per capire il motivo di ciò, basta semplicemente guardare a come è cambiato il web. Internet nel 1998, quando fu progettato il sistema di indicizzazione iniziale di Google, era “leggermente” diverso rispetto al 2009. Quando l’indice fu inizialmente sviluppato, c’erano 2,4 milioni di siti Web e 188 milioni di persone su Internet in tutto il mondo. Nel 2009, c’erano 23 volte più siti Web a 238 milioni e quasi 1,8 miliardi di persone cercavano di raggiungerli, con prospettive di crescita non prevedibili. Aggiungete a questo i significativi cambiamenti nei tipi di media che necessitano di essere indicizzati – con l’uso di video alle stelle, immagini, mappe e altri dati aggiunti alla universal search. Il vecchio indice non l’avrebbe supportato.

Dove ha impattato maggiormente Caffeine

A differenza di un tipico aggiornamento di Google, non vi è stato alcun impatto negativo su siti specifici. Tuttavia, alcuni siti hanno visto un calo del ranking e/o del traffico organico. Ciò che intendo con questo è che al momento del lancio, Google ha acquisito la capacità di fare un crawling più velocemente e produrre risultati più freschi grazie ad un indice più ampio. I siti che hanno pubblicato rapidamente nuove notizie sono stati premiati.

Laura Musig SEO UdineLaura Musig

Web Designer e SEO Freelance a Udine o se preferite web designer SEO. Nel 2001 decisi di sezionare un sito web per vedere cosa c’era dentro, da allora creo e gestisco siti web. Lettrice onnivora, con un fisiologico bisogno di scrivere e di ballare.

Come diventare SEO:


Corso SEO

Ho inoltre raccolto le risorse più utili di questo blog per aiutare chi sta cercando di capire come si diventa SEO Specialist:

SEOZoom

Blog SEO e ultime news

In questa sezione propongo periodicamente approfondimenti a tema SEO e web marketing. Segnalo anche gli ultimi lavori di creazione siti web ad Udine e di posizionamento sui motori di ricerca. 

Perchè non leggi anche questi post?

Leggi tutti i post dal mio blog seo